Giambattista De Donatis

Giambattista De Donatis, per due volte sindaco di Casarano, con deliberazione del Consiglio Comunale del 28 aprile 1898, n. 32, stipulò la convenzione n. 18 con la Congregazione delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli di Napoli.
Durante il secondo mandato, dal 1913 al 1920, dovette affrontare la difficile situazione del paese per i noti eventi bellici.
Sin dall’inizio dell’entrata in guerra dell’Italia, si prodigò per la popolazione casaranese, soprattutto per quanto riguarda la refezione preparata giornalmente dalle Figlie della Carità per chi voleva usufruirne.
Diede anche un nuovo impulso all’agricoltura mediante l’istituzione di Cooperative Agricole e riservò grande attenzione ai problemi sociali ed economici dell’epoca.
Fra le tante opere da lui realizzate vi fu la Cooperativa Farmacia che, ancora oggi, è al servizio dei cittadini. (Francesco Paolo Valentino, Le Figlie della Carità di “San Vincenzo de’ Paoli a Casarano 1899 - 1999)
Ancora oggi, una lapide affissa dopo la sua morte nel cortile dell’attuale Scuola Paritaria dell’Infanzia Internazionale ricorda il “Sindaco dei poveri”.